A 87 anni è tornata in cielo la suora conosciuta come la Madre Teresa del Pakistan, una vita dedicate a curare i malati di lebbra

La dottoressa Ruth Katherina Martha Pfau era un medico tedesco, suora della Compagnia delle Figlie del Cuore di Maria. Ha dedicato quasi 50 anni della sua vita a combattere la lebbra in Pakistan. Ha fondato 170 ospedali. Il 19 agosto funerali di Stato a Karachi.

Pfau è nata a Lipsia, in Germania, il 9 settembre 1929. Aveva quattro sorelle e un fratello. La sua casa fu distrutta dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. Dopo la seconda guerra mondiale, quando i sovietici occuparono la Germania orientale, scappò nella Germania Ovest insieme alla sua famiglia e scelse di studiare medicina e fare il medico.

Ebbe la vocazione, divenne suora nelle Figlie del Cuore di Maria. Fu inviata missionaria nell’India meridionale, ma un problema con alla vista la tenne bloccata a Karachi in Pakistan.

Per curare e assistere malati di lebbra ha viaggiato in varie parti del Pakistan e attraversato il confine con il Afghanistan. Ha assistito e curato malati di lebbra abbandonati dalle loro famiglie o segregati in piccole stanze per tutta la vita.

Nel 1960, a 31 anni, decise di dedicare il resto della sua vita alla popolazione del Pakistan, a curare e assistere i malati di lebbra e sconfiggerne l’epidemia.

Prese questa decisione dopo aver visitato mentre era Karachi,  un centro per lebbrosi che si trovava vicino alla stazione ferroviaria della città.

Ha iniziato con un trattamento medico per i lebbrosi più poveri e abbandonati. Ha fondato il Centro Maria Adelaide della lebbra (MALC) e grazie alla sua attività, il governo avviò un programma contro la malattia in tutto il Paese. Il Centro ha esteso il programma di cura alla tubercolosi e alla cecità.

Insieme al dott. I. K. Gill ha messo in piedi un lavoro di assistenza sociale per i lebbrosi ed i loro familiari.

Suor Pfau ha visitato zone limitrofe e montane del Pakistan dove non esistevano strutture sanitarie per i lebbrosi. Ha raccolto donazioni in Germania e in Pakistan e ha collaborato con gli ospedali di Rawalpindi e Karachi.

Per questa sua attività nel 1979 è stata nominata consigliera federale per la lebbra al Ministero della Salute e dell’assistenza sociale del governo del Pakistan

Come parziale riconoscimento del suo servizio ha ricevuto la cittadinanza pakistana nel 1988.

Grazie a quanto fatto da suor Ruth Pfau in collaborazione con il governo nel 1996, l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato il Pakistan, uno dei primi paesi dell’Asia ad aver messo sotto controllo la diffusione della lebbra.

Il 9 settembre 1999 l’arcivescovo Simeon Anthony Pereira di Karachi ha celebrato una messa presso la Cattedrale di San Patrizio per celebrare il 70 ° compleanno di Sr. Pfau. [13]

Negli ultimi anni suor Pafau ha avuto diversi problemi di salute. Il 4 agosto è stata ricoverata nell’ospedale Aga Khan di Karachi. Ha subito un intervento chirurgico e il dieci agosto è deceduta.

Il primo ministro pakistano Shahid Khaqan Abbasi ha annunciato che il funerale di stato si celebrerà nella cattedrale di San Patrizio a Karachi il 19 agosto.

La suora verrà sepolta nel cimitero cristiano di Gora Qabristan.

Il presidente del Pakistan Mamnoon Hussain ha detto che “i servizi della dottoressa Pfau per porre fine alla lebbra in Pakistan non possono essere dimenticati. Ha lasciato la sua patria e il Pakistan è diventata la sua casa per servire l’umanità. La nazione pakistana ringrazia la dottoressa Pfau e assicura che la sua grande tradizione per servire l’umanità continuerà”.

Il primo ministro Shahid Khaqan ha ggiunto: “La dottoressa Ruth Pfau è nata in Germania, ma il suo cuore era sempre in Pakistan. E’ venuta qui per curare e migliorare la vita per gli afflitti dalla malattia. La ricorderemo per il suo coraggio, la sua lealtà, il suo servizio all’eradicazione della lebbra”

Il capo dello staff dell’esercito Qamar Bajwa ha indicato la Pfau come “ambasciatrice dell’umanità”.

Per le sue innumerevoli attività umanitarie Suor Pfau ha ricevuto innumerevoli premi  nazionali e internazionali.

Parlando a Islamabad il 30 gennaio 2000, per celebrare la 47a Giornata mondiale della lebbra, l’allora presidente Rafiq Tarar ha elogiato suor Pfau, per aver costruito il programma nazionale di controllo della lebbra in Pakistan, per aver lavorato non solo per coloro che sono affetti da lebbra. anche per quelli con la tubercolosi. Nel 2006, Pfau è stata premiata come la “Donna dell’anno 2006” da “City FM89”  la più diffusa stazione radio del Paese.

Il 14 agosto 2010, in occasione della Giornata dell’Indipendenza del Pakistan, l’allora presidente Asif Ali Zardari ha assegnato a Pfau il Nishan-i-Quaid-i-Azam per il servizio pubblico. Uno dei primi più prestigiosi della Nazione.

Grazie al lavoro per aiutare le persone sfollate dalle inondazioni del Pakistan del 2010 èstata acclamata come “Madre Teresa”.

Nel 2015, Pfau ha ricevuto la Medaglia Staufer – il premio più rappresentativo dello stato tedesco di Baden-Württemberg.