Scateniamo
il Paradiso!


Czestochowa: 1.300 chilometri di pellegrinaggio e preghiera per le vocazioni

Oltre 200 sacerdoti dell’arcidiocesi di Czestochowa hanno preso parte all’iniziativa pastorale “La preghiera dei cuori e il cammino dei sacerdoti per le vocazioni”.

Durante 36 giorni, dal 16 luglio al 20 agosto, i sacerdoti hanno percorso 1.300 chilometri.

Ogni giorno, in un diverso decanato, i pellegrini hanno camminato a piedi da una parrocchia all’altra pregando e digiunando per le vocazioni sacerdotali.

Durante il pellegrinaggio (circa 20-40 chilometri ogni giorno), i sacerdoti hanno mangiato solo pane secco e acqua, hanno recitato il Rosario e hanno meditato il Vangelo.

I sacerdoti hanno camminato portando una croce di legno con la scritta “Gesù: Ti sto cercando”, insieme alle reliquie di San Giovanni Paolo II e di Santa Teresa di Gesù Bambino. 

«Ringraziamo Dio per questo dono della preghiera dei cuori e del cammino dei sacerdoti. La vocazione al sacerdozio è un mistero nel Cuore di Gesù, ma attende una risposta nel cuore dell’uomo», ha detto a “Frammenti di Pace” l’arcivescovo Waclaw Depo, Metropolita di Czestochowa.

«In merito alle vocazioni è il Signore che ispira e chiama. La vocazione sacerdotale è un dono della grazia. Pertanto, questa preghiera dei cuori in cammino è necessaria per noi, perché costituisce una forte testimonianza. Questa iniziativa pastorale invita alla cura e alla responsabilità per il dono di nuove vocazioni», ha affermato monsignor Depo.

«Indubbiamente, uscire per le strade con una croce di legno con la scritta “Gesù: Ti sto cercando” è una forma di coraggiosa testimonianza per i sacerdoti che vanno di chiesa in chiesa», ha aggiunto monsignor Depo e ha sottolineato: «Dobbiamo pregare con fiducia per le nuove vocazioni».

Foto by don Mariusz Frukacz/Niedziela

Mariusz Frukacz

 

22 agosto 2018  Indietro

Condividi