Scateniamo
il Paradiso!


“Il GPS spirituale dell’atleta”, riflessioni e preghiere per gli uomini di sport

“Il GPS spirituale dell’atleta” è il titolo del libro pubblicato in questi giorni dalla Casa Editrice dell’Arcidiocesi di Czestochowa “Regina Poloniae”. 

Il libro è stato curato da don Arkadiusz Olczyk docente di teologia morale ed ex dirigente della squadra di pallavolo e di calcio del Seminario Maggiore di Czestochowa.

La pubblicazione ha avuto luogo in vista del XX campionato polacco di tennis da tavolo per le squadre dei seminari maggiori diocesani e religiosi, che si svolgerà nel palazzetto dello sport del Seminario superiore di Czestochowa dal 27 al 29 novembre.

Don Arkadiusz Olczyk ha spiegato a “Frammenti di Pace” che “Questo libro di riflessioni e preghiere per gli uomini di sport è una sorta di navigatore spirituale per ogni atleta”.

Il volume contiene, tra gli altri, i discorsi dei pontefici San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco in merito agli atleti e agli sportivi. 

Una parte importante del libro, sottolinea don Olczyk, è il testo di una conferenza spirituale sul ruolo e significato di Maria come Madre e come esempio di vita per ogni atleta.

Sono riportati anche i profili dei santi patroni degli atleti: San Paolo l’Apostolo delle Nazioni, San Giovanni Bosco e San Giovanni Paolo II.

Pochi lo sanno, ma San Paolo è riconosciuto nel mondo come il patrono dello sport olimpico. San Paolo racconta di essere venuto in contatto, nel corso dei suoi viaggi, con i partecipanti ai giochi olimpici greci. Nelle sue lettere apostoliche sono numerose le metafore sportive in merito all’interpretazione della salvezza. 

Tra i meriti di San Giovanni Bosco c’è anche quello di aver incluso lo sport nel sistema di educazione giovanile. 

Papa Wojtyla è stato uno sportivo molto attivo. Portiere nelle partite di calcio, ha partecipato a gare di kayak, e anche durante il periodo del pontificato non ha rinunciato a sciare e praticare il nuoto.

Il libro include un decalogo dell’atleta e numerose citazioni bibliche. E’ anche inteso come libro di preghiere per chiunque pratichi un’attività sportiva. Contiene infatti preghiere per gli atleti malati, per la pace nelle arene sportive, preghiere da recitare prima e dopo gli allenamenti, preghiere per la squadra, preghiere dell’allenatore, del giudice, del tifoso e per gli atleti deceduti.

Ci sono anche citazioni e aforismi di noti personaggi letterari, scientifici, politici ed ecclesiastici. 

Non mancano le testimonianze di fede degli atleti, tra cui la tennista Agnieszka Radwanska, il pugile Tomasz Adamek, l’ex calciastore Marek Citko, la martellista primatista mondiale Anita Wlodarczyk, il saltatore con gli sci Kamil Stoch, il cestista Marcin Gortat e l’ex ciclista Czeslaw Lang.

Mons. Waclaw Depo, metropolita di Czestochowa, ha augurato “che questo ‘GPS spirituale dell’atleta’ diventi uno strumento affinché gli atleti raggiungano una grande umanità”.

Don Arkadiusz Olczyk è docente teologia morale in numerosi istituti, seminari e centri universitari, tra i quali il Seminario superiore dell’Arcidiocesi di Czestochowa, il Seminario superiore della diocesi di Sosnowiec, l’Istituto superiore di teologia della Beata Vergine Maria “Sedes Sapientiae”, lo Studio della spiritualità a Czestochowa e la Pontificia Università di Giovanni Paolo II a Cracovia.

Il prof. Olczyk è anche docente di bioetica presso lo Studium per la Famiglia a Czestochowa. I suoi interessi di ricerca includono la bioetica, la teologia morale, l’educazione morale e l’etica dei media e della mediosfera.

Mariusz Frukacz

25 novembre 2017  Indietro

Condividi