Scateniamo
il Paradiso!


Ero disperata, non mi muovevo più, poi ho incontrato “Ozono Solidale”...

Concetta Ventricelli, 60 anni, sofferente da vent’anni di problemi serissimi alla schiena, causati da ernie e una stenosi. Problemi anche al ginocchio (ci vorrebbe una protesi…) e al piede: le spine calcaneari le hanno generato una fascite plantare. 

Imbottita di farmaci, assumeva cortisone ogni giorno. La signora Concetta era ingrassata, faticava a stare in piedi, si muoveva con grande difficoltà, zoppicava vistosamente.

Aveva provato molte terapie, senza alcun risultato. Stava sempre peggio. Il cortisone non le faceva più effetto.

Il dolore la stava distruggendo. Era disperata. Piangeva ogni giorno. Il suo stato di salute era tale che il neurochirurgo aveva anche rimandato l’idea di un intervento a causa delle cattive condizioni generali.

Poi un giorno Concetta ha trovato su Facebook un’informazione relativa all’Ozono Day. La Ozono Solidale Onlus stava organizzando delle giornate di ambulatorio solidale, visita e cure gratuite basate sulla ossigeno ozono terapia.

Così ha chiamato la Clinica Comunian di Gorle (BG), diretta dal prof. Marianno Franzini, ha spiegato la sua situazione, ha risposto alle domande e ha fissato il primo appuntamento.

«Abito nel comune di Bonate Sopra – ha spiegato Concetta – ed ho raggiunto la Clinica Comunian con grandi difficoltà. Tutta dolorante, mi muovevo a fatica e zoppicavo vistosamente. Ebbene, da non crederci, sono entrata zoppicando e sono uscita che camminavo…».

«Già alla quarta seduta – ha raccontato – il mio stato generale è cambiato radicalmente. I dolori erano attenuati o addirittura scomparsi, la schiena non mi dava più fastidio, il ginocchio e il piede erano tornati funzionali: li muovevo con sicurezza e stabilità.

Ancora oggi non ci credo. Mi sembra un miracolo. L’ozono funziona. I dolori sono scemati e ho recuperato la funzionalità della schiena, del ginocchio e del piede.

Quando sono tornata dal medico di base, la dottoressa era stupita. Mi ha domandato: “ma come hai fatto?”. Mi guardava e diceva: “l’ozono ti ha rimesso in piedi. Mi ricordo che quasi non ti muovevi più. Adesso cammini…”.

Ancora oggi non mi sembra vero. Per muovermi mi prendevano per le braccia, adesso cammino leggera e spedita. Prima piangevo dal dolore ed oggi piango per la gioia di star bene.

Tutto grazie a Ozono Solidale… perché l’ozono funziona e perché non avrei potuto sostenere le spese per le cure. Mi sono sentita amata e al centro di un miracolo.

Ringrazio tutti, in particolare la responsabile di segreteria Roberta, con la quale ho tenuto i contatti, e i dottori Franzini e Volpi che mi hanno curato e praticato l'ozonoterapia. Persone gentilissime, degli angeli che mi hanno assistito. Grazie! Grazie!». 

La signora Concetta ha donato il 5x1000 ad Ozono Solidale Onlus e sta dicendo a tutti di fare la stessa cosa. Ci sono tantissimi malati che soffrono e che potrebbero esseri liberati dal dolore e curati con l’ozonoterapia. Molti non sono in grado di sostenere la spesa delle cure, ma se il 5x1000 a Ozono Solidale cresce, ecco che molte più persone potranno essere curate. E poi speriamo che il Sistema Sanitario Nazionale adotti l’ossigeno ozono terapia…

Antonio Gaspari


25 giugno 2019  Indietro

Condividi